coronavirus

Informativa generale COVID-19

In base alle recenti disposizioni per il contenimento dell'epidemia di COVID-19, si comunica la situazione attuale.

In base alle recenti disposizioni per il contenimento dell'epidemia di COVID-19, si comunica la situazione attuale. La Toscana è attualmente in zona gialla. È consentito spostarsi liberamente all'interno della regione e tra regioni in fascia bianca e gialla: attualmente non vi sono regioni in zona arancione, né rossa. È comunque obbligatorio circolare rispettando la distanza interpersonale di almeno un metro e indossare la mascherina sia nei luoghi al chiuso, sia in quelli all'aperto. È disposto un coprifuoco che si andrà gradualmente allentando: attualmente fissato tra le 23.00 e le 5.00, dal 7 giugno sarà tra le 24.00 e le 5.00, per poi sparire del tutto, dati epidemiologici permettendo, dal 21 giugno. Nelle regioni che passano in zona bianca il coprifuoco è da subito cancellato.

Bar e ristoranti consentono la consumazione, non solo all’aperto, ma, a partire dal 1° giugno, anche all’interno dei locali. I negozi al dettaglio anche all'interno dei centri commerciali sono tutti aperti anche durante il fine settimana. Restrizioni nel centro storico di Firenze: da venerdì a domenica (h. 16-23) è vietato stazionare e bere alcoolici (salvo ai tavoli dei locali) nelle aree delle seguenti piazze: Santo Spirito, Repubblica, S. Ambrogio.

È consentita la riapertura di musei, gallerie e parchi archeologici. La visita deve avvenire nel rispetto delle disposizioni attraverso il contingentamento degli ingressi, indossando la mascherina e mantenendo il distanziamento. A tal fine si dispone l’obbligo della prenotazione nel fine settimana solo per i musei che sono normalmente soggetti ad un grande afflusso di visitatori (Uffizi, Galleria dell’Accademia, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli). Anche i teatri e i cinema hanno regolarmente riaperto: si potrà stare solo seduti, a distanza di un metro, e i posti devono essere prenotati. Hanno riaperto le piscine all’aperto e le palestre, mentre per le terme, le piscine al chiuso e i centri benessere è necessario attendere il 1° luglio. Per gli stadi e gli eventi sportivi si riparte già dal 1° giugno con spettatori in numero limitato.

Per i viaggiatori in arrivo in Italia dai paesi dell’UE, dell’Area Schengen, oltre che dal Regno Unito e Israele, a partire dal 16 maggio, è venuto meno l’obbligo di quarantena, fermo restando l’obbligo di tampone antigenico o molecolare nelle 48 precedenti l’ingresso in Italia. È stato inoltre concepito un Green Pass europeo in formato digitale e/o cartaceo, valido 6 mesi/1 anno, che sarà attivo dal 1° luglio e che attesterà l'avvenuta vaccinazione o guarigione dal covid-19 o il tampone negativo, agevolando così la libera circolazione in Europa. Per quanto riguarda gli Stati Uniti e altri paesi extra-europei, dove la copertura vaccinale ha raggiunto un livello elevato, si stima di poter riaprire con gli stessi criteri di accesso adottati per i paesi UE (tampone senza quarantena) già dalla metà di giugno. Nel frattempo sono attivi alcuni voli Covid-tested che consentono l’accesso a cittadini provenienti da USA, Canada, Giappone e Emirati Arabi senza bisogno di sottoporsi a quarantena.

Prorogato fino al 21 giugno, il divieto d’ingresso e il transito nel territorio nazionale alle persone che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato in Brasile, India, Bangladesh, Sri Lanka. Per tutte le casistiche specifiche vi invitiamo a consultare il sito del Ministero della Salute. Per visitatori e turisti che ne avessero necessità, un servizio di tamponi rapidi è presente all'Aeroporto di Firenze e di Pisa la mattina dalle 8:00 alle 14 (€ 20,00), presso la Stazione di Firenze Santa Maria Novella (tendone Croce Rossa, servizio gratuito) o presso alcune farmacie centri privati della città.

Per maggiori informazioni ai viaggiatori, il Ministero della Salute ha attivato i seguenti numeri telefonici di pubblica utilità: per chi chiama dall’Italia 1500 e per chi chiama dall’estero +39 02 32008345 - +39 02 83905385. Inoltre, la Regione Toscana ha istituito una centrale di ascolto unica per i cittadini: InfoCovid +39 055 9077777, attiva tutti i giorni dalle 9 alle 16. Le informazioni vengono costantemente aggiornate anche sui siti del Ministero della Salute, della Regione Toscana e dell’Azienda USL Toscana Centro.