Piazza della Signoria

Piazza della Signoria

La piazza nasce con il Palazzo Vecchio fra XIII e XIV secolo e si configura fin da subito come spazio dedicato alla vita civile della città. Nel corso del XIV secolo assume grosso modo le dimensioni attuali, grazie all'abbattimento di numerosi edifici privati e di due chiese, e con la costruzione della Loggia della Signoria a ovest e del Tribunale della Mercanzia a nord est. Gli interventi successivi riguardarono soprattutto l'arredo scultoreo e culminano in epoca granducale con la trasformazione della Loggia della Signoria in una sorta di museo all'aperto. La costruzione degli Uffizi alla metà del Cinquecento, crea inoltre una nuova prospettiva in direzione del fiume. La piazza non resta estranea al "rinascimento" ottocentesco del centro storico, nell'ambito del quale vengono realizzati interventi in stile neo-rinascimentale.

Piazza della Signoria è da sempre luogo centrale della vita politica cittadina diventando così di fatto lo sfondo di alcuni importanti avvenimenti storici che hanno cambiato profondamente la storia universale, non solo quella di Firenze. Di fronte alla fontana del Nettuno una lapide ricorda il punto esatto dove, il 23 maggio del 1498, venne arso fra’ Girolamo Savonarola con due suoi discepoli: l’episodio viene commemorato ogni anno con la tradizionale cerimonia della Fiorita.

Luoghi di interesse
Architettura e monumenti
Poligono GEO

Piazza della Signoria

Piazza della Signoria

Piazza della Signoria, Firenze

Dettagli
Comune
Comune:
Firenze 
Indirizzo
Indirizzo:
Piazza della Signoria, Firenze