Tour guidato Piazza della Signoria

Firenze Accessibile. Musei e non solo

Si può capire la purezza di una forma toccandola? Si può apprezzare l’elegante organizzazione di uno spazio pubblico anche senza poterlo percorrere in autonomia? È giusto rinunciare a viaggiare solo perché l’età e gli acciacchi non consentono più di affaticarsi? La risposta a queste domande è nella definizione che l’UNESCO conferisce ai siti che tutela: Patrimonio dell’Umanità, e il centro storico di Firenze lo è. Questo implica che Firenze possa essere visitata da tutti, anche dai turisti più fragili.

Firenze, che recentemente ha ottenuto l'importante riconoscimento di Access City 2021, ha complessivamente un buon livello di accessibilità. Fondamentale è informarsi prima, anche attraverso altri articoli di questa sezione, che comprendono temi importanti come la mobilità le strutture ricettive e, appunto, informazioni sui luoghi museali da visitare, di cui parliamo in generale qui di seguito. In altre sezioni troviamo proposte museali rivolte alle diverse tipologie di disabilità: persone non vedenti e ipovedenti, non udenti, con disabilità cognitiva ed altro. 
 
La maggior parte dei punti d'interesse a Firenze è accessibile per le persone con disabilità motoria. (ma anche con altri tipi di disabilità). I
n tal senso consigliamo di effettuare una ricerca all'interno dei Punti d'interesse  dove, per ciascun luogo museale, sono riportate informazioni estremamente dettagliate su questo tema. Le stesse informazioni, ma concentrate in un unico documento per facilitarne la consultazione, sono a questo link.

Gratuità nei musei e nelle chiese?
In molti luoghi d’interesse l’ingresso è gratuito sia per la persona disabile che per il suo accompagnatore. Più in particolare, in tutti i musei statali, anche quando agli Uffizi e all'Accademia ci sono lunghe code, per i disabili e i loro accompagnatori non è necessario prenotare, ma è sufficiente presentarsi direttamente all'entrata, saltando la coda, e mostrando il documento attestante l'invalidità.
Nei musei civici, inclusa anche la Basilica di Santa Maria Novella, la prenotazione è fortemente consigliata; basterà procedere con l'acquisto di 2 biglietti gratuiti (1 per il disabile e 1 per l' accompagnatore) dal sito ufficiale selezionando l'orario di ingresso e, nel giustificativo gratuità, selezionare l’opzione “disabili e rispettivi accompagnatori”. Recandosi direttamente presso le biglietterie è possibile effettuare la prenotazione per il giorno stesso, a seconda della disponibilità. E’ necessario portare sempre con sé il documento che attesti la propria disabilità e un documento di identità.
Per il complesso di Santa Maria del Fiore (solo per Cattedrale, Museo dell’Opera del Duomo e Battistero, perché Campanile di Giotto, Cupola del Brunelleschi, Cripta e terrazze non sono accessibili ai disabili motori) la persona disabile deve mettersi in contatto preventivamente via mail con l’ufficio accessibilità che provvederà a programmare la visita. Anche in questo caso è necessario portare sempre con sé il documento che attesti lo stato di disabilità e un documento di identità (a seconda del tipo di disabilità verrà concessa la gratuità o meno all’accompagnatore). In alternativa è possibile presentarsi in biglietteria con suddetta documentazione per prendere il biglietto gratuito secondo disponibilità.

Anche nelle altre chiese monumentali con ingresso a pagamento (Santa Croce, San Lorenzo) sia il disabile che l' accompagnatore hanno diritto all'ingresso gratuito senza prenotazione obbligatoria. Per tutti gli altri musei consultare i rispettivi siti, anche attraverso la nostra sezione "punti d'interesse".

Ci sono visite per turisti con bisogni speciali alla Galleria degli Uffizi, a Palazzo Vecchio, alla Galleria d’Arte Moderna, si offrono visite tattili per non vedenti a Palazzo Davanzati, al Museo Marino Marini, al Museo Galileo e al Museo di Storia Naturale e visite olfattive all’Orto Botanico. Si possono scegliere itinerari anche in autonomia, avvalendosi di Guide specializzate in diverse forme di disabilità (puoi richiedere l'elenco scrivendo a: touristinfo@comune.fi.it).

A Firenze esistono varie realtà che offrono servizi specializzati, pacchetti all inclusive o singoli servizi anche last minute, per facilitare il soggiorno di turisti con diverse tipologie di disabilità. Consulta anche il sito di Destination Florence , partner ufficiale del Comune di Firenze nella promozione della nostra città come destinazione turistica.

 

Percorso accessibile