2021 nel segno di Dante: le celebrazioni

2021 nel segno di Dante: le celebrazioni

Nel 2021 ricorrono i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri (Firenze 1265 - Ravenna 1321) simbolo della cultura italiana nel mondo, "padre della lingua italiana" nonché fonte di ispirazione inesauribile fino ai giorni nostri. Firenze si prepara a celebrare il Sommo Poeta con numerose iniziative (mostre, concerti, performance, conferenze) che culmineranno nel mese di marzo  - in particolare il 25 marzo, il "DanteDì". Ecco una selezione dei principali eventi.

Da Gennaio inizia un ciclo di lezioni-conferenze, su Dante e il suo tempo, a cura dell'Accademia Toscana di Scienze e Lettere "La Colombaria". Altri cicli di incontri saranno a cura dell'Università degli Studi di Firenze, dell’Istituto Nazionale degli Studi del Rinascimento, dell'Accademia della Crusca.

Al Museo del Bargello si svolgeranno, a partire da Marzo, due importanti mostre: “Onorevole e antico cittadino di Firenze” e “La mirabile visione - Dante e la Commedia nell’immaginario simbolista”. Significativa la scelta di questa location: nel palazzo medievale, che fu in origine sede della suprema autorità giudiziaria della città, venne emessa la tremenda sentenza di esilio; sempre qui - oggi Museo Nazionale di scultura, con capolavori di Donatello, Michelangelo, Cellini - si trova il più antico ritratto di Dante, affrescato da Giotto e bottega.

La Galleria degli Uffizi sta proponendo una bella mostra on-line, sul proprio sito, dedicata alle illustrazioni cinquecentesche della Divina Commedia eseguite da Federico Zuccari. A marzo, invece, verrà inaugurata la mostra "Alberi in-versi" dedicata a Dante di Giuseppe Penone, con una grande installazione in piazza della Signoria. Il Museo Galileo nella seconda parte dell'anno propone “Dall’Inferno all’Empireo - Il mondo di Dante tra scienza e poesia” sulle competenze scientifiche di Dante nella cultura del suo tempo.

Il Maggio Musicale Fiorentino ha in cantiere tre progetti di rilievo: una Lettura integrale in 20 serate della Divina Commedia al Teatro Goldoni; alcuni concerti nelle tre città dantesche  (Ravenna, Verona e Firenze) diretti da Riccardo Muti; l’esecuzione di una nuova composizione dedicata a Dante, diretta da Zubin Mehta, Dante per l’inaugurazione del Nuovo Auditorium.


Degne di nota, infine, le iniziative a cura di una serie di istituzioni culturali: l'Accademia della Crusca ha in programma  una mostra dantesca-preview del Museo della Lingua Italiana nel complesso di Santa Maria Novella; la Società Dantesca Italiana, le principali biblioteche (Medicea-Laurenziana, Riccardiana e Nazionale) e archivi (di Stato e Comunale) organizzeranno una serie di importanti mostre documentarie. Una performance di danza, a cura della Compagnia Virgilio Sieni, è prevista in Piazza Signoria. Nuova vita, con innovative tecnologie multimediali e performance, anche presso il Museo Casa di Dante.

Il 25 Marzo si terranno alcune letture dantesche all'interno del Battistero ("il mio bel San Giovanni" così definito da Dante), mentre il 14 Maggio un solenne corteo delle bandiere renderà omaggio alla statua di Dante in piazza Santa Croce, partendo da piazza Santo Spirito.

Per maggiori informazioni consulta il programma completo.